Storia

Il 22 dicembre 1987 nasce il Centro Fuoristrada Vicenza annotato all’ufficio del registro di Vicenza il giorno seguente con il n° 7510.

Il primo presidente risulta essere il sig. Sacchetto Ettore e la sede è presso lo Sporting Club Prà Verde in località Monteviale: il primo punto dello statuto stabilisce lo scopo di incoraggiare, promuovere, favorire lo sviluppo del fuoristrada automobilistico 4×4 nel rispetto dell’ambiente e dei valori naturali. Vengono fatte numerose manifestazioni a livello locale che coinvolgono un buon numero di appassionati e l’anno successivo il sodalizio può contare su circa un centinaio di soci tra effettivi, simpatizzanti e familiari. È nel 1988 che alcuni soci del Boomerang club di Valli del Pasubio transitano in quello di Vicenza portando esperienza e voglia di fare. Nel 1989 viene eletto presidente il sig. Stefano Rigon ed il Centro Fuoristrada cambia nome in Club Fuoristrada Vicenza.

Nel 1990 il club organizza sulla spiaggia di Sottomarina una gara di abilità in fuoristrada, è un enorme successo che vede partecipare anche soci di club limitrofi. L’anno successivo viene organizzata una manifestazione sulla pista da motocross di Dueville con più di 60 concorrenti provenienti da Vicenza e province limitrofe. Le attività sono molteplici ma, anche a causa della famigerata tassa, prima sulle auto Diesel e poi sui fuoristrada, i partecipanti cominciano a scarseggiare e ci si trova con sempre meno soci. Dopo essere passati con la sede presso il Ristorante da Zemin a Monteviale e come recapito postale presso Carollo Fuoristrada ci si ritrova a fare i conti con un bilancio non positivo.

Il socio Stimamiglio offre una stanza in cui poter effettuare le riunioni ed è in una di queste che viene proposto come presidente Francesco Fanchin, che essendo assente alla riunione non può rifiutare l’incarico. Nel ’94 alcuni soci del club iniziano a partecipare a gare di Trial amatoriale in ambito Triveneto. Nel ’95 e ’96 il trio Fanchin, Maculan, Stimamiglio la farà da padrone in tutte le gare Trial, sia a livello regionale che nazionale culminando nel 1996 con il primo posto di Fanchin nella cat. Serie del campionato italiano Trial; nello stesso anno campione assoluto del CIFV è Paolo Righi, anche lui socio del club. Vanto del club l’organizzazione di una gara Trial a livello nazionale nella pista naturale di Barbarano Vicentino.

Dal ‘97 in poi il club si dedicherà prevalentemente alle gite ed ai raduni sia in Italia che all’estero, nel ’97 e ’98 vengono organizzati 2 raduni nazionali in collaborazione con Padova Fuoristrada e Verona 4×4: è un successo con 100 auto alla partenza.
I soci continuano ad aumentare così anche gli impegni, ma le soddisfazioni non mancano, si cominciano ad organizzare viaggi in terra africana, senza però tralasciare i sempre divertenti raduni nazionali. Nel 2002 il Club va in Marocco, oltre al successo del viaggio c’è la soddisfazione di essere il primo club 4×4 che partecipa alla trasmissione “ALLE FALDE DEL KILIMANGIARO” su RAI 3 con un filmato di circa 20 minuti.

Dal 2003 ad oggi un ottimo successo riscuote il raduno Nazionale FIF per la sua particolarità di essere turistico ed impegnativo allo stesso tempo: la media dei partecipanti è di circa 80 vetture. I viaggi in Africa continuano: Tunisia, Libia, Marocco, Mauritania, Benin, Mali, Burkina, Togo, poi ci sono le consuete attività sociali compresi i corsi guida, le gite domenicali, i weekend in tenda ecc.. Dal 2004 il club può vantare una sede consona al proprio bisogno.

Nel 2007 inizia il rapporto di collaborazione con la concessionaria Land Rover Bisson Auto e la nostra esperienza viene messa a disposizione dei loro clienti; la persona di riferimento, sig. Giorgio Tartaria diventa socio onorario del club.

Il ritrovo è ogni primo giovedì del mese in via Savona 70 a Torri di Quartesolo.